Srečko Kosovel, a 110 anni dalla nascita

On 17 marzo 2014 by comunicarte_edizioni

110 anni fa, il 18 marzo 1904 a Sežana, allora impero austro-ungarico, oggi Slovenia, nasceva Srečko Kosovel. Al “poeta del Carso” Comunicarte Edizioni dedica un volume, curato da Darja Betocchi e Poljanka Dolhar, Tra Carso e caos, Pre/sentimenti che raccoglie 40 poesie di Kosovel nella traduzione della triestina Darja Betocchi. Il volume presenta per la prima volta i lavori giovanili di Eduard Stepančič, coetaneo di Kosovel e rappresentante del movimento costruttivista triestino. 13 sue composizioni costruttiviste si alternano ai versi di Kosovel per questo doppio omaggio alla cultura slovena di Trieste.

Il libro in formato 11×11 cm esce in 110 copie numerate.

La copertina di "Tra Carso e caos" riproduce un dettaglio di una composizione costruttivista di Eduard Stepančič.

La copertina di “Tra Carso e caos” riproduce un dettaglio di una composizione costruttivista di Eduard Stepančič.

Dal testo introduttivo di Poljanka Dolhar:

«Le vite di Srečko Kosovel e Eduard Stepančič viaggiarono per un breve periodo su binari paralleli. Sfiorandosi più volte, probabilmente senza mai intrecciarsi, ma legandosi a un doppio filo: una città, Trieste, e una corrente artistica, che era poi una filosofia di vita, il costruttivismo.

Srečko Kosovel ritratto da G.A. Kos

Srečko Kosovel ritratto da G.A. Kos

Poeta il primo, pittore il secondo, frequentarono per alcuni anni le stesse amicizie, si appassionarono alle stesse idee, testimoni di un’epoca che nel giro di un decennio cambiò completamente il volto di Trieste: il tramonto del porto austro-ungarico, lo scoppio della prima guerra mondiale, la fine dell’impero, il passaggio della città all’Italia, l’avvento del fascismo. Avvenimenti che lasciarono cicatrici indelebili nella città, nella loro vita privata e artistica: in quella brevissima di Srečko, nato e cresciuto sul Carso, e in quella molto più lunga di Eduard, nato nel rione triestino di San Giacomo e trasferitosi a Belgrado alla fine degli anni Venti.
Questo volume vuole essere un piccolo omaggio a due grandi artisti. A Srečko, di cui in occasione del 110° anniversario della nascita pubblichiamo 40 poesie in una nuova traduzione, e a Eduard, che la sua città natale attende ancora di omaggiare e che noi qui presentiamo con 13 composizioni costruttiviste (realizzate attorno al 1927, l’anno in cui a Ljubljana usciva una prima raccolta di poesie di Kosovel). Ma anche un piccolo dono alla città di Trieste, dove la cultura slovena è stata troppo a lungo invisibile. Con l’augurio che quell’Europa unita e senza confini, nella quale abbiamo la fortuna di vivere, si realizzi anche nella «città nel golfo».

Eduard Stepančič, Composizione colorata. 1927-1928 circa

Eduard Stepančič, Composizione colorata. 1927-1928 circa

 

 

3 Responses to “Srečko Kosovel, a 110 anni dalla nascita”

Trackbacks & Pings

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>