Omero Antonutti e quell’odiato pastore sardo

On 3 marzo 2017 by comunicarte_edizioni

Schermata 2017-03-03 alle 09.13.14

Beatrice Fiorentino su Cinecittà News scrive della presentazione del volume su Omero Antonutti in occasione del 28° Trieste Film Festival curato dal giornalista e saggista Guido Botteri (1927-2016), pubblicato da Comunicarte Edizioni e TsFF.

Alternando ricordi in prima persona, fotografie e i contributi di amici, colleghi, critici e giornalisti, il libro ripercorre la carriera dell’attore, dalle origini alle prime esperienze teatrali, prima a Trieste e poi a Genova, fino al debutto sul grande schermo, passando attraverso le grandi prove nel cinema d’autore.
Prima della proiezione di Padre padrone, Antonutti ha speso parole affettuose per Guido Botteri, conosciuto alla Rai regionale Fvg agli albori del suo percorso artistico. «Se questo libro esiste – ha affermato davanti al pubblico del Teatro Miela – lo devo a lui e ad Anna Maria Percavassi, fondatrice del Festival. Entrambi insistevano per realizzarlo ma io ero molto refrattario all’idea. Dicevo: ma no, mi imbarazza e poi chi volete che ve lo pubblichi? Lo farete quando non ci sarò più. Invece oggi sono qui, il libro esiste, e sono loro a non esserci più».

Qui puoi leggere l’intero articolo e qui trovi il libro.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>